Meeting of glances

Proiezione e Installazione temporanea audio-video interattiva. Proiezione a grandezza naturale, visore VR, cellulare, maschera di carta, fotografia supporto Polaroid, traccia audio | 7 marzo 2017

Installazione per un evento espositivo estemporaneo della sola durata di una sera realizzata in accordo con la coppia di artisti Adam Nankervis e David Medalla (the Mondrian Fan Club) che nel loro lavoro performativo in diverse città del mondo da circa 25 anni realizzano azioni ispirate all’opera e alla poetica di Piet Mondrian. Si tratta di un racconto per immagini e oggetti dell’incontro dei nostri sguardi, ovvero del nostro modo (diverso) di guardare al modo e di fare arte. L’immagine di sfondo fu selezionata dagli artisti come quella ufficiale della loro performance, The Letter B for Bologna eseguita nel gennaio 2016 in occasione della mostra 66/16 presso la Galleria Enrico Astuni, dove ero stata incaricata di realizzare la documentazione fotografica. Sulle pareti laterali testimonianze di un incontro successivo durante la Fiera Artissima a Torino, dove ancora mi trovavo per documentare una loro performance. Nella loro pratica l’arte è un flusso come la vita, ad essa si fonde e si confonde costantemente così a Torino in un momento di pausa (apparente), colsi David prendere una stampa della mia foto, piegarla e strapparne dei pezzetti, quindi porla davanti al viso indossandola come una maschera facendo buffe smorfie, alla fine me la donò. La breve sequenza video in questa occasione è stata resa fruibile al pubblico attraverso il visore per la realtà aumentata che con la sua tipica deformazione ne esalta l’aspetto ludico. Provai poi anch’io a realizzare una maschera di carta ripetendo i gesti di David ma con la carta di un gianduiotto e alla fine assomigliava al muso di un gatto piuttosto che ad un volto umano. L’essenza animale sembra tornare sempre… Ne resta la fotografia su supporto Polaroid che ho esposto.
Infine, ad intervalli irregolari, nello spazio era diffuso un audio: la voce automatica del google traduttore leggeva estratti dalle descrizioni del lavoro dei due artisti prese dal loro sito Intenet http://anothervacantspace.com/ così che seppur assenti potessero “raccontarsi” al pubblico della serata senza bisogno di mediazioni o interpretazioni da parte mia.

Meeting of glances, Vicolo Malgrado 8345444, Bologna, 7 marzo 2017

Stills dal video: David Medalla making a papermask for me, Artissima, Torino, 2016

Video dell’evento: vimeo.com